PREMIO ARTE E CULTURE DELLA COMUNICAZIONE

PREMIO ARTE E CULTURE DELLA COMUNICAZIONE

L’iniziativa si prefigge di individuare e conferire un’ importante attestazione ad una personalità dell’arte e della comunicazione che si sia particolarmente distinta nell’esplorare e percorrere gli sconfinamenti reciproci di questi due territori della creatività.

Edizione 2016. Il premio è stato assegnato a Giovanni Gastel con la seguente motivazione:

‘Fotografo, tra i più apprezzati in ambito internazionale, poeta, per molti anche un mentore, con un notevole talento nel cogliere le molteplici sfumature del fascino, della grazia e soprattutto dell’eleganza, imprescindibile valore morale ancora prima che estetico. Uno stile inconfondibile. Una  raffinatezza dello sguardo capace di accarezzare versi e corpi, essenze dell’effimero e armonie, affinata con l’incessante sperimentazione di tecniche “old mix” e rielaborazioni pittoriche che rispecchiano una cultura approfondita dei linguaggi dell’arte e l’evoluzione del costume dell’ultimo trentennio. Il suo nome si lega indissolubilmente a Milano, indiscussa capitale della moda, anche grazie al suo contributo di artista-fotografo. La sua città nel 2016 gli ha concesso l’ennesimo tributo con una monografica curata da Germano Celant a Palazzo della Ragione’.

Edizione 2015. Il premio è stato assegnato a Davide Rampello, con la seguente motivazione: ‘Una spiccata sensibilità e originalità nel comunicare l’Italia e trasmettere nel mondo la conoscenza dell’arte e della cultura del nostro Paese emozionando il pubblico e valorizzando appieno il nostro patrimonio. Tre decenni di attività caratterizzati da un approccio interdisciplinare e da una visione allargata e sempre dinamica, ricoprendo importantissimi incarichi istituzionali in ambito artistico e nell’ideazione di grandi momenti di comunicazione: da Presidente della Triennale a curatore del Padiglione Zero fino alla direzione artistica del Carnevale di Venezia 2015.’

Edizione 2014. Il premio è stato assegnato al Maestro Flavio Lucchini, con la seguente motivazione: ‘Artista ma anche art-director e personaggio che ha inciso profondamente nel mondo dell’editoria, della grafica, della cultura e dell’arte, con la vitalità di un linguaggio espressivo e particolarmente comunicativo. Ha promosso la moda e il design italiano nel mondo tanto da essere considerato il ‘vero’ inventore del Made in Italy”.

Edizione 2013. Il Premio è stato assegnato all’architetto e designer Fabio Novembre, con la seguente motivazione: ‘Carismatico, poliedrico ed imprevedibile designer di fama internazionale. Estroso e innovatore, è oggi uno dei maggiori esponenti del  design  ‘made  in  Italy’,  capace  d’interpretare  con  sensibilità  le tendenze e il gusto della società odierna, creando ogni volta oggetti, spazi e stili destinati a stupire”.

Edizione 2012.  Il premio è stato assegnato al Maestro  Ugo Nespolo, con la seguente motivazione: “Già iniziatore e protagonista di movimenti artistici fondamentali nella storia dell’arte italiana e internazionale a partire dalla fine degli anni 60, si è dedicato ad esplorare tutte le tecniche e forme espressive; dalle più tradizionali quali la pittura, la scultura e la grafica alle più innovative come video e cinema, nel segno di una pionieristica multimedialità. Pochi artisti come hanno così efficacemente portato le espressioni dell’arte nella quotidianità e tra la gente.”

LA GIURIA 2016